L’amicizia secondo EMANUELE TREVI. In DUE VITE, il ricordo di Pia Pera e Rocco Carbone

Aggiungere testo a testo: l’ultima visita in un giardino nascosto in Lucchesia, che esiste anche se dalla strada si intuisce appena. L’albero piantato a Roma, un coriaceo ulivo con una targa, regolarmente rubata, nel luogo dove si è consumata una sventura. Sono gesti e immagini, tra i tanti, che spiccano vividi in Due vite, il memoir che Emanuele Trevi ha dedicato all’amicizia e a due amici scrittori, entrambi prematuramente scomparsi, Pia Pera e Rocco Carbone.

Continua a leggere…

BRUCE SPRINGSTEEN. C’erano una volta e ci saranno sempre le WESTERN STARS

Springsteen è una questione di età, sua (70 secchi) e di chi lo ascolta: chi lo ha intercettato ai tempi di Born to Run (1975), di Bruce Zirilli (dal cognome della nonna) che incendiò San Siro, e chi, dopo aver aspettato The River (1980) come il Vangelo, si è commosso quando in No Nukes, con la bella faccia da fratello di Al Pacino, gridò: “Ho 30 anni sono troppo vecchio per il rock’n’roll”…

Continua a leggere…

Il buffone e ALBERTO BEVILACQUA. Ricordo di un’INTERVISTA INCANTATA

Alberto Bevilacqua era marcato a uomo in Mondadori dalle addette stampa, nel senso che gli dedicavano un’attenzione preoccupata – era sovente depresso, e pure incazzoso, e pure imbranato: andava accudito quando viaggiava e sorvegliato perché non facesse pasticci. Era del resto una delle rare galline dalle uova d’oro della casa editrice di Segrate.

Continua a leggere…

SNOWPIERCER, il serial. Corre su NETFLIX il treno bucaneve di BOON-HO

Snowpiercer è prima di tutto un disegno, quello del fumetto bucaneve francese del 1983 di Jacques Lob e Jean-Marc Rochette, una saga in tre episodi; diventa nel 2014 il più costoso film coreano, firmato dal futuro Oscar winner Bong Joon-ho; e ora, il lungo treno (1.001 vagoni) – Arca in perenne corsa, che accoglie l’umanità sopravvissuta alla glaciazione (siamo a -117), percorre un serial Netflix, prodotto dal regista di Parasite.

Continua a leggere…